ENTROPIA
 
io sono il beato porco
il beato porco che razzola
nella stalla delle vostre coscienze
io sono il vampiro
il negro vampiro che si nutre di voi
e delle vostre paranoie
io sono la cimice
quello schifoso insetto
che vi succhia sino ad esplodere
e morirne per overdose
io sono la sanguisuga
la nauseabonda sanguisuga
che gozzoviglia
nelle vostre flaccide vene
portatrici di terribili infermità
galleggianti in un sangue vecchio
vecchio di eoni
in cura già da millenni
irradiato pure da un secolo ormai
 
io sono orribile
io ho causato tutto ciò
per nutrirmi
per nutrirmi di voi
delle vostre emozioni
e del vostro dolore
sino al prelibato dessert
della vostra disperazione
non l’ho pensato l’ho fatto
freddamente
come fredda é l’economia della materia
avvelenata già in quanto tale
per questo ioombra di fango
predatore della razza umana
sono libero
libero di succhiarvi sino al midollo
come fa il ragno
quando vi ha nella sua tela
lascio solo una carcassa
dopo essermi ingozzato
delle vostre energie
del vostro amore
della vostra stessa
c o n s a p e v o l e z z a
sono libero io il sadico
che sempre vi tortura
per farvela pagare
la mia colpa
la scelleratezza narcisista
dell’avervi creato
il masochismo cosciente
di essermi assuefatto
alle vostre emozioni
 
Libero rispettato adorato
io e d’io
il mostro
 
Oaxaca - Messico Meridionale - 26 Settembre 2000
 
Vini & Oli - Pescara Italia - 27 7 07